F1: Hamilton conquista il GP di Inghilterra

Anche sul circuito di Silverstone, in Gran Bretagna, a dar spettacolo è stata ancora una volta la Mercedes: non con Nico Rosberg, che si è dovuto purtroppo ritirare, bensì con Lewis Hamilton, che è riuscito a far suo il gradino più alto del podio, concludendo il granpremio con il tempo di 2.26’52”094.

Abbastanza sfortunato invece Nico Rosberg, costretto per l’appunto al ritiro dalla pista a causa di un problema con il cambio, il quale al ventinovesimo giro l’ha visto ritirarsi. Il secondo posto è quindi andato a Valtteri Bottas della Williams, il quale si è imposto con il tempo di 2.27’22”229, tenendo dietro di sé per contro il pilota della RedBull Daniel Ricciardo, che ha concluso il GP di Silverstone a 2.27’38”589.

La quarta posizione è stata invece conquistata dal pilota Jenson Button, per un soffio escluso dal podio, con il tempo di 2.27’39”484, dietro al quale si è quindi accomodato il campione del mondo in carica, Sebastian Vettel, a 2.27’45”958, che a sua volta è riuscito a mantenere dietro di sé l’avversario della Ferrari, Fernando Alonso, che ha chiuso in sesta posizione fermando il cronometro sul tempo di 2.27’52”040.

La settima posizione è quindi andata a Kevin Magnussen con 2.27’54”657, mentre che, in ottava posizione si è quindi accomodato Nico Hülkenberg della Force India con il tempo di 2.28’20”786, mentre che, in nona posizione si è fermato Daniil Kvyat della Toro Rosso con il tempo di 2.28’21”434, dietro a cui chiude la top ten del GP di Silverstone Jean-Éric Vergne con il tempo di 2.26’55”203.